Massimo Pinardi

Si è laureato con lode all’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, discutendo una tesi in procedura penale dal titolo “Colletti bianchi e corruzione: tra valorizzazione di esigenze preventive ed ineffettività della repressione penale. Prevenire è meglio che reprimere?”.

Ha svolto pratica forense presso lo studio dell’avv. Marcello d’Ascia, occupandosi di diritto penale dell’economia.

Successivamente ha collaborato con lo studio TLS, legato al network PWC. Nel corso di quest’ultima esperienza ha partecipato ad un corso di alta formazione in materia di reati tributari, oltre ad aver svolto un secondement presso l’ufficio legale di un primario istituto di credito italiano collaborando con il dipartimento Financial Crimes and Anti-Money Laundering.

Nel 2021 ha conseguito l’abilitazione all’esercizio della professione.

Nel maggio 2022 è entrato nello studio dell’avv. Davide Sangiorgio, maturando esperienza nel campo del diritto penale d’impresa con particolare riferimento alla materia dei reati tributari, dei reati fallimentari e della responsabilità colposa.

Dal novembre 2022 è cultore della materia "Responsabilità da reato degli enti: aspetti processuali" nel corso di laurea magistrale in Diritto delle Organizzazioni Pubbliche e Private presso l'Università degli Studi Milano-Bicocca.

Nel 2023 è iniziata la sua collaborazione con lo Studio dell’avv. Danilo Cilia, dove si occupa sia di attività giudiziale che di compliance ai sensi del D.lgs. 231 del 2001 in favore di enti italiani e stranieri.

Lavora in italiano e in inglese.