Diritto penale dell’informazione

La corretta informazione, la tutela della reputazione, la protezione della riservatezza delle persone coinvolte in un procedimento penale sono tra le tematiche che più ci stanno a cuore dal punto di vista dell’etica professionale.
Il rapporto tra processo penale e media è, a nostro giudizio, uno dei principali termometri della nostra democrazia.
Molte volte lo Studio si è trovato a dover gestire situazioni nelle quali in ballo era, non solo la libertà dell’assistito indagato o comunque coinvolto, ma anche la sua reputazione.
Consapevoli che la persona vada difesa sempre e comunque, ci occupiamo dei nostri clienti ovunque i loro diritti vengano messi sotto attacco: crediamo che la tutela dell’immagine e della reputazione dell’assistito sia un preciso dovere del difensore, sempre nel massimo rispetto dei principi deontologici che governano questa materia.
La dedizione dello Studio verso questi temi è testimoniata dall’incarico di membro della Commissione di Diritto Penale – Sottocommissione Penale dell’informazione – conferito dal Consiglio dell’Ordine di Milano al nostro fondatore, Danilo Cilia.