Colpa medica

Negli ultimi anni è andato dilagando il fenomeno noto come medicina difensiva.

Si tratta della tendenza a prescrivere e ad erogare prestazioni sanitarie per prevenire il rischio di denunce legali da parte di pazienti, o loro parenti, che alleghino condotte negligenti o comunque rientranti in casi di cosiddetta malasanità.

Quella della colpa medica è materia delicatissima, in cui va trovato l’esatto punto di bilanciamento tra l’incolumità del paziente e la libertà del sanitario, spesso chiamato ad assumere decisioni immediate su questioni ad alto tasso di complessità tecnica. Si tratta di due istanze opposte, che il nostro legislatore ha provato a compendiare nella cosiddetta Gelli-Bianco (Legge 8 marzo 2017, n. 24).

Lo Studio, anche grazie all’acquisizione di competenze specialistiche, offre assistenza in materia di medical malpractice, e più in generale di colpa professionale, a chiunque (indagato, responsabile civile o persona offesa dal reato) sia coinvolto in vicende giudiziarie relative a lesioni colpose od omicidio colposo in ambito sanitario.